È arrivato il freddo, fatevi prendere “Nella morsa del Lupo”!

morsa del lupo steph kiryan recensione

Dal tavolo alla carta stampata. Con il suo libro d’esordio, Nella morsa del Lupo, Stef Kiryan riesce nel sogno, segreto o meno, di molti Dungeon Master: trasformare una propria campagna di GdR in un libro di successo.

Lo sviluppo de “Nella morsa del Lupo”

Quando si pensa a un libro tratto da una campagna di gioco di ruolo, la prima cosa che viene in mente è che sia stata completamente scritta dal master e solo “interpretata” dai giocatori, come potrebbe essere un film. Questo però non renderebbe reale questo passaggio di Media. Sarebbe stato scritto come un libro e poi adattato a una partita, con eventi studiati e un finale prestabilito.

Ciò che ha fatto Stef Kiryan, invece, è davvero quello che molti sognano di fare. Ha lasciato che i suoi giocatori vivessero la storia dei personaggi. Ha fornito loro un contesto ben strutturato che è riuscito a far sviluppare e approfondire grazie alle loro scelte.

Il risultato lo si percepisce durante la lettura: pagina dopo pagina il lettore vive l’evoluzione dei personaggi. Viene coinvolto dalle loro emozioni e da come il mondo che li circonda venga influenzato dalle loro azioni. Non si può dare nulla per scontato perché non c’è una struttura classica a sostenere la storia, è lei che lentamente costruisce la sua struttura.

Portato alla luce a maggio 2020 grazie ad una campagna di crowdfunding, promossa dalla casa editrice Bookabook, è ora disponibile per l’acquisto in tutte le librerie e nei maggiori store online.

La copertina de "Nella morsa del Lupo", edito da Bookabook, realizzata da Sergio Luca Loreni
La copertina de “Nella morsa del Lupo”, edito da Bookabook, realizzata da Sergio Luca Loreni

La trama dietro al romanzo

In quarta di copertina, letteralmente “dietro” al romanzo, possiamo leggere una rapida introduzione a cosa aspetta il lettore tra le pagine del libro.

Nelle remote e fredde terre del Lashmir, si incrociano le strade di quattro viandanti.
Il cacciatore di mostri Easly Van Fanel, il discepolo dei Maestri di Cristallo Valadier Bandergar, il necromante Rexir e il druido O’Wak, in fuga dopo essere stati attaccati da una misteriosa creatura, si ritrovano per effetto di un incantesimo su Uril, un mondo parallelo dove regnano terrore e sofferenza.
Per riuscire a tornare a casa dovranno sconfiggere quattro mostri che minacciano Uril e uccidere l’Aquila di Sangue, lo spietato despota che domina quelle terre.
Ma giorno dopo giorno il loro piano si complica sempre di più, mentre il lento emergere di un doloroso passato inizierà a metterli l’uno contro l’altro.

Nella morsa del Lupo” porta il lettore in un mondo tetro, popolato da creature malvagie che tormentano le vite della gente che lo abita. Una ambientazione Dark Fantasy ben strutturata e dettagliata.

Molti elementi vengono approfonditi durante lo scorrere delle pagine e molti vengono solo accennati, pronti ad essere affrontati nel proseguo della storia.

La lettura de “Nella morsa del Lupo”

Lo stile di scrittura di Stef Kiryan è molto pulito, diretto e crudo come la storia che racconta. La lettura risulta fluida e mai interrotta da terminologie arcaiche o troppo ricercate, che richiedano una conoscenza della lingua italiana di stampo accademico.

I personaggi sono ben delineati, dai protagonisti alle semplici comparse risultano tutti avere un vissuto credibile che li rende vivi nella mente del lettore. Viene molto facile odiare o affezionarsi alle figure che di volta in volta si andranno a conoscere, arrivando anche a doversi ricredere quando si svelano alcuni aspetti del loro passato.

La storia segue una struttura temporale lineare, in cui a seguito di un antefatto iniziale, si viene portati a vivere direttamente l’incontro iniziale dei personaggi e il susseguirsi delle loro avventure. Di intermezzo a questa intelaiatura, vengono presentati dei flashback che svelano passati nascosti e tormentati.

Gli eventi vengono costruiti con cura, seguito delle azioni ben calcolate e dei rischi presi dai quattro protagonisti. Forse, volendo cercare un neo in questo scritto, lo si trova nella sezione centrale del libro. Gli accadimenti narrati in questo punto, diretta conseguenza della prima parte del romanzo e punto di partenza della parte successiva, sono forse troppo accelerati. Rispetto alla suspense costruita con l’attesa dello svolgimento dei fatti, rispetto alle difficoltà affrontate dai personaggi fino a quel momento, l’azione fila un po’ troppo liscia. C’è però da tenere conto che stiamo parlando della trasposizione diretta di una campagna di gdr. Il fattore aleatorio posto dai dadi può trasformare un normale intoppo in una grande sconfitta o una temibile sfida in una rapida vittoria.

CONCLUSIONI

“Nella Morsa del Lupo”, primo romanzo di Stef Kiryan colpisce duro anche il lettore più smaliziato, con le sue tinte tenebrose e con uno svolgimento che non risulta mai scontato. Non mancano momenti che concedono un attimo di respiro, ma sono così rari che risultano ancora più preziosi nell’economia della lettura.

Le 335 pagine che contengono la storia scorrono veloci e tengono incollati fino all’ultima riga, tra esplorazioni, battaglie e colpi di scena. Un libro appassionante che ha già conquistato il cuore di molti appassionati di letteratura Fantasy.

Una curiosità di sicuro interesse, che aiuta ancor più a godere di questa esperienza, è la presenza sulla DMSGuild di un modulo avventura per D&D quinta edizione (ti sei perso la nostra recensione di D&D 5° Edizione?).

la One Shot "Il Forte dell'Alba Grigia", antefatto del libro, disponibile sulla DMSGuild.
copertina della one-shot con un antefatto del libro, disponibile sulla DMSGuild

Scritto dall’autore stesso del libro e intitolato “Il Forte dell’Alba Grigia“, racchiude alcuni eventi che fanno da antefatto alle vicende narrate su “Nella morsa del Lupo“. Disponibile in formato PayWhatYouWant, fornisce tutti gli elementi necessari e cinque personaggi pregenerati ad hoc per vivere la storia in maniera vivida e coinvolgente.

Se amate il Fantasy, soprattutto il Dark Fantasy, vi consiglio caldamente di giocare il modulo e poi leggere il libro.

Author: Fabio M. Piacentini
Classe 81. Dal ‘92 giocatore di ruolo con D&D BECMI. Appassionato di GdR, GdT, Anime, Manga e Videogiochi (prevalentemente avventure single player con una storia cinematografica), si diletta in scrittura con alcuni racconti brevi horror, master per l’associazione locale GdR Viterbium.

2 thoughts on “È arrivato il freddo, fatevi prendere “Nella morsa del Lupo”!

  1. Romanzo semplicemente spettacolare, consigliatissimo non solo per chi gioca di ruolo, ma per tutti gli amanti del fantasy tetro. E qui non si aspetta altro che esca il secondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *